Chi è l’orchessa?

L'orchessa ha un nome, si chiama Alice Bianchetti, ed è una donna molto arrabbiata. Non in generale, non è psicopatica, ma con la maleducazione che ormai regna sovrana intorno a lei. Alice ha 35 anni, è laureata in Economia e lavora in un'agenzia immobiliare come consulente e sviluppatrice. E' una donna come tante, che ha i problemi quotidiani che tutti hanno in questa parte di mondo, ma ha un po' più di buon gusto della media dei suoi contemporanei. Alice fa quello che fa una buona parte di popolazione: va al lavoro ogni mattina, fa la spesa al supermercato, paga le bollette, si prende cura delle sue piante, va dal parrucchiere due volte al mese, fa shopping nei saldi e prende i mezzi pubblici. Qualche volta va a cena fuori con il suo fidanzato americano e adora l'arte, in tutte le sue forme, per cui frequenta musei, gallerie e legge molto, moltissimo. Non se la passa certo male Alice Bianchetti, ne è consapevole, ma sa anche che se tutti cominciassimo ad essere un po' più rispettosi nelle piccole cose, forse capiremmo di doverlo essere anche nelle grandi. Almeno lei la vede così.

E si arrabbia, ogni giorno, perché la gente sembra impazzita, sembra che il batterio dell'idiozia abbia contagiato il 90 % di quelli che incontra e la cosa la fa uscire di melone. Però Alice non è una che urla troppo, per lo più manda la gente a stendere con il suo freddo cinismo, freddissimo.

Alice ha scritto un diario di tutte le situazioni deprecabili, talora assurde, che vive e mi ha chiesto di pubblicarlo qui sul mio sito, perché è davvero divertente e molti di noi, chi più chi meno, si possono rispecchiare un po' in quel che racconta. Ogni mese vi regalerò dunque una puntata del suo famigerato diario e non prendetevela troppo se vi riconoscete tra "i maleducati": potrebbe essere il momento giusto per un bell'esame di coscienza!

Ci tiene però ad alternare articoli che parlano di arte, sempre dal suo punto di vista si intende: curiosità, pettegolezzi, gossip che arrivano dal mondo degli artisti, passati e presenti. Tanto per alleggerire, altrimenti sai l'ulcera!

I commenti sono chiusi