La nicchia dell’arte

In questo blog succede che l'arte si prende un angolo.

Un angolo un po' inconsueto, per lasciar scoprire espressioni creative insolite, poco visibili, oppure dettagli stravaganti, quelli che non noti o di cui poco ti frega fino a che qualcuno non te li mette sotto il naso e capisci quanto siano sbalorditivi.

Un'arte "di nicchia", che sta nella piccola rientranza della nostra vita. Quella che puoi apprezzare solo se non hai i cetrioli sugli occhi. E il pluriball nel cervello.

E si chiama "Blog dell'orchessa" perché io - che sono l'orchessa, appunto - quando parlo di certe cose mi arrabbio. Non come una iena, le iene in fondo mi stanno simpatiche. Ma come un'orchessa, di quelle con i denti aguzzi, tutte verdi perché ormai la bile è entrata in circolo. Mi arrabbio con i luoghi comuni, con chi dice di comprendere non lo fa, con i saccenti e anche con chi l'arte la deturpa, in tutti i modi possibili.

Nel mio blog vi parlerò di pittura, antica e moderna, di scultura, di ceramica, di architettura, di letteratura, di persone che hanno fatto l'arte, l'hanno incentivata, protetta, apprezzata. Un blog non per esperti o per intenditori, ma per appassionati, un po' orchi magari, come me.

In poche parole qui si parla di arte in modo diverso. Una volta a settimana.

I commenti sono chiusi