ILLUSTRAZIONI DIGITALI

Sicuramente il mio stile si può definire, almeno in questa fase, iperrealista. Vale a dire che tendo a riprodurre i dettagli, avvicinandomi il più possibile al vero, anche se però, dietro al mio "reale" c'è sempre un tocco di irrealtà.

Ne è un esempio la mia "Bambina Spring" che vedete in primo piano: in essa la bambina, con le sue manine e le sue guanciotte verissime, si fonde con la natura per rappresentarne la freschezza e la meraviglia nel momento della sua nascita, appunto durante le primavera.

Dalì, Klimt, Preraffaelliti, in generale espressionisti e surrealisti, e il pop surrealism per esempio dell'italiana Nicoletta Ceccoli : ecco i miei autori preferiti, parlando di pittura tradizionale. Ma quando si tratta di pittura digitale allora parlo di Victoria Francés, Anton Semenov, Martin Grohs, Jasmine Becket Griffith e di molti altri artisti che si rifanno al medesimo stile e alle uguali suggestioni, tra gotico - horror e decostruzione del reale e dell'intimo umano.

Insomma, questo è un po' il mio stile, che talora straborda nel fumetto un po' più divertente, ma con parsimonia.

 

 

I commenti sono chiusi