Si intitola “Summer” ed è il mio ultimo dipinto digitale, terminato proprio oggi. Si tratta, come potete vedere, di una signorina dai tratti leggermente orientali che ha il fuoco al posto dei capelli. Inizialmente avevo pensato di limitarmi alle macchie rosse sul viso, ma non dava abbastanza l’idea di caldo. Ora direi che il caldo c’è eccome!

Da qualche tempo mi sto dedicando alle stagioni. Questa inclinazione mi è nata quando avevo deciso di realizzare ogni anno un piccolo calendario da regalare a Natale ad amici, parenti e colleghi. Di solito i dipinti erano due: uno per le stagioni fredde e uno per le stagioni calde.

Qui di fianco potete vedere la primavera/estate del 2018, in cui realizzai con photoshop una Bambina Spring, cioè una sorta di creatura silvana con i fiori che le spuntavano dalla pelle e con erba al posto dei capelli. Tutto intorno altri fiori e anche una mantide religiosa in basso.

L’altra scheda in blu era invece il retro del calendario dedicato alle stagioni fredde, autunno/inverno, tipo quelle delle sfilate di moda.

Per questo dipinto mi sono ispirata a uno dei famosi homeless del fotografo Lee Jeffries, in assoluto uno dei miei preferiti. Ci tengo a sottolineare che il teschietto e l’orologio sono dipinti per intero, infatti non è mia abitudine prendere foto e poi modificarle con i filtri e inserirle nei miei lavori. Non che ci sia nulla di male a farlo, se la foto non è coperta da copyright. Semplicemente io non lo faccio.

Ho anche realizzato dei segnalibri con l’immagine della mia Regina d’Inverno. Ve li inserisco qui sotto.

Ma ora veniamo al mio nuovo “Summer”. Si inserisce in un progetto un po’ ambizioso, composto di quattro tavole in digitale, una per ogni stagione. La mia intenzione sarebbe quella di ricavarne in seguito quattro stampe solo di dettagli, da esporre. Tuttavia prima li realizzerò per intero, poi vedremo. Il prossimo sarà l’inverno, per cui ho in mente qualcosa di nuovo… Seguitemi e scoprirete cosa mi sono inventata.